[av_two_third first min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=”]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]
E il settimo giorno si riposò
[/av_textblock]

[av_textblock size=” font_color=” color=”]

“E il settimo giorno si riposò”

Sacrosanto, si direbbe perfino biblico il riposo domenicale. Biblico, appunto, roba da alba dei tempi.

Eppure oggi, anno domini 2017, si torna a chiedere a gran voce e a suon di scioperi l’abolizione del lavoro alla domenica e nei giorni festivi (leggi qui).

lavoro_domenica_campagnaE voi, favorevoli o contrari?

Oddio, se ti senti male di domenica, devi andare in ospedale e trovi chiuso, non lo so se rimarresti ancora favorevole.

“Ma si tratta di un’emergenza, è un caso particolare, non si può farne a meno”, dirà qualcuno.

Allora proviamo ad approfondire quali sono i lavori di cui si può fare a meno: aerei, ristoranti, hotel, stabilimenti balneari, stazioni sciistiche, taxi, bar, e tutte le attività aperte di domenica da quando esistono le città.

Allora? Tutti aperti o tutti chiusi? Come si risolve?

È più semplice di quanto si creda perché, come è necessario che ci siano aziende e persone che lavorano nei week end, così è necessario tutelare la possibilità che le famiglie possano vivere serenamente del tempo insieme, cosa che non accade se moglie e marito si trovano con orari e turni invertiti.

Nella società del tutto e subito h24 è impossibile tornare indietro, anzi, è impensabile non andare avanti, ma è possibile chiedersi in che modo chi non vuole lavorare a turni possa evitarlo.

E come si fa?

La risposta è semplice da dire e un pochino meno semplice da mettere in pratica: trovati un lavoro in cui la domenica si sta a casa.

Non siamo così stupidi da spingervi a rinunciare al vostro lavoro in momento storico in cui la disoccupazione è alle stelle. Però vi raccontiamo una storia e vi lasciamo giudicare da soli.

Un po’ di tempo fa una donna si rivolse alla Trasforma Academy per ricevere delle sessioni di coaching: non sopportava più la sua posizione all’interno della propria azienda, stretta in un’attività quotidiana spiacevole, e voleva ardentemente passare ad un ruolo che le desse la soddisfazione di un compito più gratificante.

Né più, né meno di ciò che vogliamo tutti, ma sapete perché lei non ci riusciva? Non era preparata, non aveva ancora costruito una crescita personale che la qualificasse per il lavoro che desiderava.

Che ci crediate o no, iniziò un durissimo e costante lavoro di studio e applicazione che la portò, in pochi mesi, ad essere pronta a proporsi per una promozione e ottenne esattamente ciò che desiderava.

È inutile lamentarsi di come va il mondo, è solo una perdita di tempo, come se quelli che gestivano le diligenze si fossero lamentati dell’invenzione dei treni e degli autobus: avrebbe forse cambiato qualcosa? Certo che no!

Quindi, se guidi una diligenza e arriva la ferrovia, la cosa migliore che puoi fare è imparare a guidare un treno!!!

Oppure, nessuno ti impedisce di fare un altro lavoro, dopo che avrai acquisito le migliori competenze e ti sarai reso straordinariamente utile, perfino indispensabile.

Qualche tempo fa, lo spot di un’automobile a trazione integrale, che sfrecciava sul ghiaccio come fosse sull’asciutto, recitava: “Solo nelle peggiori condizioni accadono cose straordinarie”. Non avevano detto niente di nuovo, perché le più grandi storie di successo nel mondo sono sempre iniziate con persone che volevano un mondo diverso e hanno iniziato a cambiarlo partendo da sé stesse.

Da Henry Ford a Steve Jobs, tutti hanno iniziato nelle peggiori condizioni e sono arrivati a realizzare il loro sogno, dimostrando che se qualcosa è davvero importante si trova sempre un modo per realizzarla.

Per cui se stare a casa la domenica è davvero importante:

COSA SEI DISPOSTO A FARE PER CAMBIARE LA TUA VITA?

[/av_textblock]

[av_hr class=’default’ height=’50’ shadow=’no-shadow’ position=’center’ custom_border=’av-border-thin’ custom_width=’50px’ custom_border_color=” custom_margin_top=’30px’ custom_margin_bottom=’30px’ icon_select=’yes’ custom_icon_color=” icon=’ue808′]

[av_contact email=’contatti@trasforma.net’ title=’Vuoi saperne di più? SCRIVICI, ti daremo tutte le informazioni di cui hai bisogno’ button=’INVIA’ on_send=” sent=’Risponderemo presto alle tue richieste, intanto abbiamo appena inviato un’email all’indirizzo da te inserito.

Controlla la tua posta per ottenere un nosto regalo di benvenuto!

Verifica che il messaggio non sia finito nella cartella Spam o in quella delle Promozioni.

Un saluto dal team della Trasforma Academy’ link=’manually,http://’ subject=’blog: riposo’ autorespond=’Eccoci,
Ti ringraziamo per averci contattato, a breve ti daremo le risposte che cerchi, intanto vogliamo accoglierti nella Trasforma Academy con alcuni nostri materiali gratuiti: sono il nostro regalo di benvenuto per te!
CLICCA QUI per ricevere il videocorso “IL METODO TRASFORMA”
oppure
CLICCA QUI per ricevere il report “IL CODICE DELL’INTENSITÀ”

Buona visione, buona lettura…. BUONA TRASFORMAZIONE
Un saluto,
Il team della Trasforma Academy

===============
www.trasforma.net
===============
==============================================================================================================
Ci impegniamo ad inviare sempre mail utili e di valore, ma se per qualsiasi ragione non vuoi più ricevere i nostri materiali o le nostre comunicazioni, nessun problema, puoi comunicarcelo all’indirizzo contatti@trasforma.net per essere rimosso dalla nostra lista e non ricevere più email.
=============================================================================================================
‘ captcha=” hide_labels=’aviaTBhide_labels’ form_align=” color=”]
[av_contact_field label=’Nome’ type=’text’ options=” check=’is_empty’ width=” multi_select=”][/av_contact_field]
[av_contact_field label=’Cognome’ type=’text’ options=” check=’is_empty’ width=” multi_select=”][/av_contact_field]
[av_contact_field label=’E-Mail’ type=’text’ check=’is_email’ options=” multi_select=” width=”][/av_contact_field]
[av_contact_field label=’Cosa vuoi sapere?’ type=’textarea’ options=” check=’is_empty’ width=” multi_select=”][/av_contact_field]
[av_contact_field label=’Dichiaro di aver letto l‘informativa sulla privacy e autorizzo il trattamento dei miei dati personali’ type=’checkbox’ options=” check=’is_empty’ width=” multi_select=”][/av_contact_field]
[/av_contact]

[av_social_share title=’Condividi questo articolo’ style=” buttons=” share_facebook=” share_twitter=” share_pinterest=” share_gplus=” share_reddit=” share_linkedin=” share_tumblr=” share_vk=” share_mail=”][/av_social_share]

[/av_two_third][av_one_third min_height=” vertical_alignment=” space=” custom_margin=” margin=’0px’ padding=’0px’ border=” border_color=” radius=’0px’ background_color=” src=” background_position=’top left’ background_repeat=’no-repeat’ animation=”]
[av_sidebar widget_area=’myWidget’]
[/av_one_third]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *